PMI

Imprese: Cciaa Pisa, a settembre cresce domanda lavoro

Del settore industriale e dei servizi

(ANSA) - PISA, 22 SET - Un ulteriore mese di crescita per la domanda di lavoro delle imprese pisane con dipendenti del settore industriale e dei servizi. E' ciò che emerge dai dati del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con Anpal relativi al mese di settembre 2021 ed elaborati dalla Camera di Commercio di Pisa.
    Nel mese di settembre sono 3.570 le entrate previste dalle imprese pisane con dipendenti: 1.640 in più rispetto al settembre 2020 (+85%), ma soprattutto +550 rispetto al settembre del 2019 (+18%), l'anno precedente alla pandemia, spiega l'ente camerale. Rispetto a Pisa, per l'Italia la crescita rispetto al 2019 è leggermente più consistente (+21%). Se si estende l'analisi al trimestre settembre-novembre 2021 la domanda di lavoro espressa dal sistema imprenditoriale pisano arriva a quota 9.170: +13% rispetto al medesimo trimestre di due anni fa.
    "Anche i dati sulla domanda di lavoro espressa dalle aziende pisane confermano i segnali di ripresa dell'economia che emergono da altri indicatori - ha detto il commissario straordinario della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini -. Purtroppo rimane, non diversamente dal quanto accade nel resto del paese, un discreto gap domanda-offerta di lavoro che interessa sia le professioni ad elevata specializzazione sia gli operai qualificati. Come Camera di Commercio, in collaborazione con la Fondazione Isi, continueremo i nostri progetti affinché i giovani acquisiscano competenze utili per entrare rapidamente nel mondo del lavoro". Nel 26% dei casi le assunzioni previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nel 47% saranno a tempo determinato. La quota di assunzioni destinataria di contratti di somministrazione si attesta al 16%.
    Il 26% dei contratti sarà offerto a personale under 30 e al 69% sarà richiesta esperienza professionale specifica o nello stesso settore. Anche a settembre le imprese pisane trovano difficoltà a trovare la persona giusta: questo è vero per il 34% delle posizioni offerte: in Italia siamo al 36% con punte oltre il 40% nel nord-est, conclude la Cciaa di Pisa. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie