Imprese artigiane,lieve aumento (+0,13%) nel terzo trimestre

In Piemonte. Ilotte, nostre attività impegnate a resistere

(ANSA) - TORINO, 12 NOV - Il terzo trimestre 2019 si è chiuso con una leggera espansione per il tessuto artigiano regionale.
    Dall'analisi dei dati del Registro imprese delle Camere di commercio piemontesi emerge come, a differenza del terzo trimestre 2018, periodo in cui le realtà artigiane continuavano a contrarsi in termini di numerosità (-0,12%), nel trimestre luglio-settembre 2019 le imprese artigiane piemontesi non solo abbiano smesso di diminuire, ma siano addirittura lievemente aumentate. Il tasso registrato risulta del tutto analogo a quanto evidenziato dal tessuto imprenditoriale regionale nel suo complesso (+0,13%) e in linea con il risultato segnato dal comparto artigiano nazionale (+0,11%).
    "Le attività artigiane della nostra regione stanno facendo il possibile per resistere, ma devono combattere ogni giorno contro le difficoltà per l'accesso al credito, la burocrazia e le imposizioni fiscali - afferma Vincenzo Ilotte, presidente Unioncamere Piemonte -. Il tessuto artigiano piemontese è composto da realtà tipicamente di piccole dimensioni e poco strutturate, e hanno quindi più bisogno di servizi di accompagnamento all'imprenditorialità: microcredito, reti d'impresa, internazionalizzazione, sburocratizzazione e innovazione sono gli strumenti su cui dobbiamo puntare per dare fiducia alle imprese artigiane e permettere loro di crescere e competere".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni