Roma: 150 anni per la Capitale e il rapporto con la Chiesa

Un convegno internazionale per celebrare ricorrenza 20 settembre

(ANSA) - ROMA, 17 SET - Roma Capitale compirà 150 anni il prossimo 20 settembre. L'approfondimento delle trame storiografiche, politiche e culturali dell'Italia e l'Europa del tempo, a partire dalla proclamazione della città come capitale dello Stato, è il tema del convegno internazionale "Roma Capitale: la città laica, la città religiosa (1870-1915") organizzato dalla Fondazione Camillo Caetani, in collaborazione con la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, il Centro Studi "Roma 800", l'Istituto Luigi Sturzo, la Società Romana di Storia Patria, con il patrocinio dell'Università degli Studi di "Tor Vergata". L'iniziativa avrà luogo dal 21 al 24 settembre 2020.
    Accanto allo studio dei processi storici e politici che condussero alla nascita della "città moderna", c'è l'evoluzione nell'atteggiamento dei cattolici all'indomani della caduta dello Stato Pontificio: "In realtà - spiegail presidente della Fondazione Camillo Caetani, Antonio Rodinò di Miglione - il fenomeno non interessa solo Roma, ma è l'esperienza della capitale a venire alla ribalta in modo dirompente. Il risultato fu una prima presenza cattolica in Parlamento, a seguito del 'Patto Gentiloni' e infine, fuori dai termini temporali del Convegno, la partecipazione politica dei primi ministri 'popolari', Giuseppe Micheli all'Agricoltura e Giulio Rodinò alla Guerra, al secondo Governo Nitti".
    Il 21 settembre prenderanno il via i lavori nella Sala Giulio Cesare del Campidoglio alla presenza della sindaca di Roma, Virginia Raggi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie