>ANSA-IL-PUNTO/ Stretta Fvg, scuole medie e superiori in Dad

Gorizia e Udine 'arancioni'. Fedriga, ma ora vaccini di massa

(ANSA) - TRIESTE, 03 MAR - Studenti di scuole medie, superiori e università in didattica a distanza dal prossimo lunedì e zona 'arancione' a partire da sabato 6 marzo nelle aree più colpite dai contagi, ovvero le ex province di Udine e Gorizia. Sono i principali contenuti di un'ordinanza che il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, si accinge a firmare per far fronte a un'impennata di contagi covid registrata negli ultimi giorni in Friuli Venezia Giulia.
    Restrizioni che per il governatore sono "l'ultimo sforzo" che la Regione è disposta a fare "se non ci sarà un deciso cambio di passo". Ora, insiste, serve "una vaccinazione di massa" e invita il Governo a seguire l'esempio della Gran Bretagna "somministrando al maggior numero possibile di persone la prima dose". "Non si può pensare - ha avvertito durante un incontro - che l'alternativa sia sempre e comunque la restrizione".
    Se la dad riguarderà gli istituti di tutta la Regione, le zone arancioni, secondo quanto anticipato da Fedriga, saranno circoscritte alle due aree che registrano una maggior incidenza dei contagi: ex provincia di Gorizia (200 casi per 100mila abitanti) ed ex provincia di Udine (353 casi per 100mila abitanti), con proiezioni che prefigurano una situazione in costante aggravamento.
    L'ordinanza avrà una validità di 15 giorni e "nel provvedimento relativamente ai ristori che faremo a livello regionale - ha assicura il governatore - riconosceremo un maggior contributo economico a quegli esercizi che verranno penalizzati nelle aree soggette alle restrizioni più severe; inoltre con il Dpcm lo Stato indennizzerà quelle attività limitate dai provvedimenti di carattere regionale". Le categorie economiche del Fvg , da Confartigianato a Confesercenti, chiedono infatti ristori urgenti e certi. La Cisl Fvg ricorda la necessità di dare sostegno alle famiglie con i figli in dad.
    Secondo il Pd regionale, con il suo segretario Cristiano Shaurli, Fedriga "sacrifica la coerenza" rispetto a dichiarazioni e decisioni "per il consenso".
    E mentre la campagna vaccinale prosegue, con "il 6,7% della popolazione" che ha già ricevuto almeno una dose - spiega il vicepresidente del Fvg, Riccardo Riccardi-, oggi in regione si registrano 693 nuovi casi covid su 8.845 test. Di questi, secondo il report della Regione, 487 sono stati rilevati da 6.276 tamponi molecolari, con una percentuale di positività del 7,76%; 206 da 2.569 test rapidi antigenici (8,02%). I decessi registrati sono 9, a cui si aggiunge una morte pregressa risalente al 19 febbraio. I ricoveri nelle terapie intensive sono 62 (ieri 61), mentre quelli in altri reparti 386 (ieri 380).
    Dall'inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive al covid 78.156 persone; le vittime sono 2.866. A oggi, i totalmente guariti sono 62.655, i clinicamente guariti 2.080, mentre le persone in isolamento 10.107. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie