Vinitaly:dalla fiera al mare con Wine Sea, crociera del vino

A bordo nave Msc degustazioni sommelier Ais e Gambero Rosso

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 08 APR - Nuove frontiere per l'enoturismo: ora si può fare anche in mezzo al mare col progetto Wine Sea, frutto della collaborazione tra Gambero Rosso e Msc Crociere, che sarà illustrato a Vinitaly, dal 10 al 13 aprile a Veronafiere, dagli ideatori l'enologo Antonio Ponzetta e il direttore tecnico Giuseppe Preite, insieme ai sommelier dell'Associazione Italiana Sommelier, Ais Puglia in particolare. SI tratta di una crociera a tema vino - una in programma a maggio nel Mediterraneo e l'altra in autunno nei Caraibi, - che vedrà un intenso programma settimanale di degustazioni e masteclass di approfondimento. L'iniziativa Wine Sea, giunta alla sua terza edizione, vedrà il coinvolgimento di oltre 4 mila passeggeri e un tour della durata di 8 giorni e 7 notti e si terrà nel Mediterraneo Occidentale con l'itinerario Genova - Civitavecchia - Siracusa - Taranto - Marsiglia - Genova, sulla Msc Splendida con imbarco il 18 maggio a Taranto.

Inoltre, nel mese di novembre dal 13 al 20, si terrà per la prima volta l'iniziativa Wine Sea World che si svolgerà sulla nave Msc Seashore con partenza da Miami ed itinerario Miami, Usa Ocean Cay Msc Marine Reserve, Bahamas - San Juan, Porto Rico - Charlotte Amalie, Isole Vergini Americane - Puerto Plata, Repubblica Dominicana - Miami, Usa. Inoltre, saranno proprio i passeggeri, con il loro voto, a sancire il Best Wine dell'edizione Wine Sea 2022 che sarà eletto durante il Grand Tasting della crocierà. Il vino premiato sarà inserito nell carta dei vini dell'intera flotta Msc per la durata di sei mesi. Sulle navi, assicurano i promotori, "sarà possibile vivere il contatto vis à vis con numerosi protagonisti del mondo del vino nella gioia di condividere l'emozione che ogni calice trasmette". Per il Gambero Rosso è "un viaggio che mette insieme i grandi territori del vino italiano, le città d'arte, le spiagge da cartolina, fondendo l'aspetto formativo e quello ludico". "Siamo contenti di ripartire insieme al settore crocieristico che rappresenta un bacino ancora poco esplorato per il vino italiano di qualità. Porteremo a bordo non solo i migliori vini scelti dai nostri esperti, ma anche degustazioni guidate, eccellenze gastronomiche e abbinamenti insoliti. Il tutto sotto l'insegna del divertimento e del buon gusto. Visto il successo delle precedenti edizioni, siamo contenti di raddoppiare il nostro impegno", commenta Luigi Salerno, Ceo di Gambero Rosso. In chiave storica, questo Gran Tour marittimo evidenzia come in passato, proprio i vini navigabili erano quelli considerati di maggiore valore, le produzioni capaci di superare senza difficoltà lunghi viaggi. E, ancora oggi, proprio la nave è il principale mezzo di trasporto per il vino italiano, che continua a segnare record di esportazioni a livello internazionale. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie