Biennale Danza, il 'respiro' del corpo

Festival a Venezia dal 22/6, Leone a carriera a Meg Stuart

(ANSA) - VENEZIA, 20 GIU - "Creare nell'assoluto silenzio; per ascoltare il corpo, il ritmo del respiro". Procede per immagini, accostamenti di teorie dell'astrofisica e richiami biblici, spunti botanici ed atti del quotidiano che danno il segno 'rivoluzionario' del respirare Marie Chouinard, direttrice del 12/O Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia, dal 22 giugno al primo luglio. "Respirare, Strategia e Sovversione" è il titolo del Festival: 19 spettacoli, cinque in prima assoluta, uno in prima europea e cinque in prima per l'Italia. In programma ci sono figure centrali della danza. Meg Stuart, Leone d'oro alla carriera, è presente con Built to Last; Deborah Hay, antesignana della "controcultura" americana raccolta al Judson Dance Theater, con Figure a Sea, in originale combinazione con i danzatori del Cullbergbaletten e la musica di Laurie Anderson. Marie Chouinard c'è con la prima mondiale di Radical Vitality, Solos and Duets: un'opera retrospettiva di circa trenta assoli e duetti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA

VideoAnsatg delle 12 (ANSA)
25 settembre, 11:25

Ansatg delle 12


Vai alla rubrica: Pianeta Camere