Lotito si candida a presidenza Lega B

Se eletto dovrà cedere quote Salernitana. Assemblea elettiva sabato 25 marzo

Claudio Lotito, presidente della Lazio e azionista della Salernitana, si candida alla presidenza della Lega B. E' quanto emerge dopo un Consiglio di Lega piuttosto agitato, convocato per la data delle elezioni. Statuto alla mano, Lotito, una volta eletto, dovrebbe cedere le quote della Salernitana. Andrea Abodi ha ribadito che le sue dimissioni da presidente della Lega B sono irrevocabili: "Nessuna inversione a U". In polemica con la mossa di Lotito, il n.1 del Frosinone Maurizio Stirpe si è dimesso dal Consiglio. "Io non confermo niente": così Claudio Lotito, presidente della Lazio e proprietario della Salernitana, ha risposto a una domanda sulla sua candidatura alla presidenza della Lega B. Lotito non ha voluto aggiungere altro lasciando la sede della Lega dopo il Consiglio che ha scelto sabato 25 marzo come data dell'assemblea elettiva.

Si terrà sabato 25 marzo l'assemblea elettiva della Lega B. La data per il rinnovo delle cariche dopo le dimissioni del presidente Andrea Abodi è stata scelta dal Consiglio di Lega, aperto per l'occasione a tutte le società, perché - spiegano dalla Lega - è stata ritenuta la "più opportuna" per partecipare con una governance ricostituita al Consiglio della Federcalcio del 27 marzo e portare in quell'occasione "una vigorosa azione per la modifica" della Legge Melandri sulla ripartizione delle risorse.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA