La parola della settimana è Longevità

Redazione ANSA

Dall'elisir di lunga vita alla fontana della giovinezza, la longevità è un sogno inseguito da sempre e, se restare eternamente giovani resta un desiderio, sono numerosi gli esempi di come gli anni non impediscano di affrontare sfide un tempo alla portata di un organismo più giovane. L'esempio più recente è Federica Pellegrini, che alla soglia dei 31 anni ha conquistato il titolo mondiale nei 200 stile libero; non sono da meno campioni come il tennista Roger Federer arrivato in finale a Winbledon a 38 anni, il pugile Manny Pacquiao che ha battuto un avversario di dieci anni più giovane, senza contare gli inossidabili Valentino Rossi e Dino Zoff.

Lo sport è solo la punta dell'iceberg perché da molto tempo stiamo assistendo a un progressivo aumento della vita media.
Basti pensare che se nel Medioevo la durata media della vita superava di poco i 30 anni, nel XIX secolo era salita a 50 anni e a metà del XX secolo sfiorava i 70 anni. Oggi 'Italia si aggiudica, con il Giappone, il record di longevità, con una vita media di che secondo i più recenti dati Istat supera gli 80' anni.

Hanno permesso di conquistare questi primati una migliore alimentazione, la prevenzione basata su stili di vita più sani e nella quale i vaccini hanno giocato un ruolo fondamentale e l'accesso a cure più efficaci. Nonostante queste evidenze, c'è ancora chi preferisce affidarsi a tante fake news secondo le quali siano sufficienti una dieta e degli integratori per vivere fino 120 anni.
Da decenni, intanto, si lavora per scoprire nel Dna i geni nei quali si nascondono i segreti di una vita lunga e in buona salute, come quelli che allungano la vita dei vasi sanguigni o come il gene che da solo permetterebbe di vivere fino a cento anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie