Australia: si farà sondaggio unioni gay

Corte Suprema rigetta ricorsi. 16 milioni al 'voto' da martedì

Si farà il sondaggio postale voluto dal governo australiano per valutare se mantenere o rimuovere il bando ai matrimoni gay. La Corte Suprema ha infatti rigetto i ricorsi presentati dalle associazioni per i diritti civili. Il sondaggio, a partire da martedì, interesserà tutto il corpo elettorale del Paese, 16 milioni di elettori che riceveranno la scheda a casa. Avranno fino al 7 novembre per riconsegnarla.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA