Australia: mancato attentato, 2 arresti

Sospetti terroristi avevano contatti con Isis

(ANSA) - ROMA, 4 AGO - Un sospetto terrorista ha cercato di introdurre una bomba su un aereo della Etihad Airways a Sydney nascondendola in una valigia che il fratello, apparentemente ignaro dell'ordigno nel bagaglio, avrebbe dovuto portare a bordo del velivolo: lo scrive oggi la Bbc online, che cita la polizia australiana. L'episodio risale al 15 luglio scorso ed entrambi i fratelli sono stati arrestati sabato scorso: se riconosciuti colpevoli rischiano fino all'ergastolo.
    Il previsto attentato, spiega la Bbc, e' stato abortito all'ultimo minuto e la valigia con l'esplosivo non e' mai passata attraverso i raggi X dei controlli aeroportuali. Il fratello del sospetto terrorista, infatti, e' salito sull'aereo - la cui destinazione non e' stata resa nota - senza il bagaglio. Secondo la polizia l'ordigno era stato costruito con componenti arrivate dalla Turchia attraverso una spedizione con un aereo cargo organizzata da un membro dell'Isis.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA