Filippine: 32 morti ieri'guerra a droga'

Polizia, numero più alto da inizio guerra presidente Duterte

Sono state 32 le persone sospettate di reati di droga uccise in 24 ore dalla polizia delle Filippine, secondo un bilancio aggiornato delle autorità (in un primo momento si parlava di 21 morti).
    Si tratta del numero più alto di vittime in un singolo giorno dall'inizio della 'guerra alla droga' lanciata dal presidente Rodrigo Duterte, a luglio dello scorso anno.
    Le autorità spiega nella provincia settentrionale di Bulacan hanno avuto un bilancio di 32 sospetti uccisi e altri 109 arrestati. Sequestrati anche oltre 200 grammi di anfetamine, 780 grammi di marijuana, diverse armi da fuoco, granate e munizioni.
    I bilanci della polizia parlano di oltre 3.200 persone uccise in scontri con le forze dell'ordine dall'inizio della repressione antidroga. Altre 2.000 sarebbero vittime di omicidi legati alla droga, ma gruppi per i diritti umani parlano di numeri più elevati e chiedono un'indagine indipendente sul possibile ruolo di Duterte.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA