Terna, cavo Sicilia-Tunisia nel 2027

Ferraris, progetto di dimensioni importanti

(ANSA) - Cresce l'impegno di Terna in Tunisia, nell'ambito dell'importante progetto per la posa del cavo sottomarino da 200 km e 600 MW che, se tutti i tasselli andranno a posto, nel 2027 dalla Sicilia raggiungerà Cap Bon, nel Nord del Paese nordafricano. L'amministratore delegato dell'azienda, Luigi Ferraris, ha firmato insieme al presidente del gruppo locale Steg, Moncef Harrabi, un Memorandum of understanding con l'obiettivo di intensificare la cooperazione industriale in vista della realizzazione del cavo (denominato Elmed), di cui si cominciò a parlare già nel 2007 e per il quale nell'aprile di quest'anno è stato firmato il relativo accordo intergovernativo.
    "E' una grande occasione - ha detto Ferraris - perché il progetto entra in una fase operativa dopo anni di studio con una stretta collaborazione tra le due aziende: oggi suggelliamo l'inizio di un percorso operativo che riteniamo che possa vedere la luce entro il 2027".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who