Moody's taglia stime Pil Italia a 0-0,5%

Eurostat, crescita italiana è all'ultimo posto nella Ue

 "Avevamo una stima dell'1,3% sulla crescita del Pil italiano. Quest'anno sarà sicuramente sotto l'1%, probabilmente un valore tra 0 e 0,5%". Lo ha detto Kathrin Muehlbronner, lead analyst per l'Italia di Moody's. Quanto al rating di Moody's sull'Italia, abbassato lo scorso ottobre, "abbiamo un outlook stabile, copre un arco di 12-18 mesi e non vediamo cambiamenti", ha aggiunto sottolineando che "abbiamo assunto una crescita bassa, per un paio di anni al massimo, e sotto 1%". Moody's vede anche "un significativo rischio di elezioni anticipate probabilmente dopo le elezioni europee.
    Difficile dire quale sarà il governo". "La situazione è poco chiara e il rischio politico è difficile da 'prezzare' - ha spiegato Muehlbronner - potrebbe esserci necessità di una nuova coalizione con ulteriore incertezza politica". Eurostat ha certificato che il Pil italiano è all'ultimo posto nella Ue con un -0,2% nel quarto trimestre del 2018. Anche su base annua, l'Italia è il Paese che cresce meno con un +0,1%.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia


Vai al sito: Who's Who