Vasto incendio nel Sassarese

Fiamme alimentate dal vento, sul posto pompieri di P.Torres

Sono quaranta, quasi tutti dedicati al pascolo e uno solo alla macchia mediterranea, gli ettari interessati dall'incendio divampato nelle campagne di "Canaglia-La Pedraia", località rurale nella Nurra di Sassari, tra Palmadula e l'Argentiera. Sul posto operano gli uomini del Corpo forestale, di Forestas, vigili del fuoco e barracelli. Oltre alle squadre di terra, sono intervenuti gli elicotteri con base a Bosa e Anela e il SuperPuma partito da Fenosu.

L'intervento non è stato ancora completato, ma la situazione sembra sotto controllo. Rispetto al punto di partenza delle fiamme, la cui natura è ancora in corso di accertamento, fortunatamente il forte vento di libeccio soffiava in direzione opposta ad alcune abitazioni e aziende agricole che si trovano in una zona a scarsissima densità abitativa. Sul posto anche carabinieri e polizia, che hanno gestito il traffico, rimasto chiuso a lungo per garantire l'incolumità degli abitanti e dei turisti diretti all'Argentiera. Data la presenza del vento e di altri fattori climatici favorevoli all'estendersi del fuoco, l'allerta è massima.

NUOVA ALLERTA PER ALTO RISCHIO INCENDI - La Protezione civile regionale ha diramato una nuova allerta in Sardegna per alto rischio di incendi. Il bollettino indica per martedì 17, quando è atteso l'arrivo del maestrale, diverse località con il codice giallo (attenzione media), mentre in Gallura, nel Cagliaritano e nel Sarrubus, nel sud Sardegna, l'attenzione è rinforzata (codice arancione). "Le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l'evento - spiega la Protezione civile - se non tempestivamente affrontato, può raggiungere dimensioni da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere necessario il concorso della flotta statale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere