A Jesi Metamorfosi Pasquale di Spontini

Persa da due secoli, ritrovata due anni fa in castello Belgio

Scomparsa da due secoli e ritrovata due anni fa nel castello di Ursel in Belgio, la farsa giocosa Le Metamorfosi di Pasquale di Gaspare Spontini è stata riproposta con successo a Jesi, nel del Festival Pergolesi Spontini, in una coproduzione con la Fondazione La Fenice di Venezia. L'opera, su libretto di Giuseppe Maria Foppa, futuro collaboratore di Rossini, ricalca i modelli compositivi della tradizione napoletana alla cui scuola si era formato l'allora ventisettenne compositore, e debuttò a Venezia nel 1802 senza grande successo per poi sparire dai cartelloni. A Jesi si è avvalsa della regia di Bepi Morassi, che ne ha ricreato l'atmosfera ambientandola in un caffè chantant dei primi del '900. Ai tipici personaggi dell'opera buffa si abbina la musica, ben diretta da Giuseppe Montesano sul podio dell'Orchestra sinfonica Rossini. Applausi per tutti i giovani cantanti del cast: Carolina Lippo, Baurzhan Anderzhanov, Davide Bartolucci, Antonio Garés, Michela Antenucci, Carlo Feola, Daniele Adriani.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA