Maltempo: cessata allerta in Liguria

A Genova chiusi gli accessi a mare, invito a cautela

L'allerta meteo per piogge diffuse nel Levante della Liguria viene declassata e torna a breve da arancione a gialla per concludersi alle 13. Dopo i rovesci della notte sul Levante della regione, spiega Arpal, le celle temporalesche che si sono formate in mattinata sono andate in direzione della Toscana.

In Liguria l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpal) aveva innalzato nella notte il livello di allerta sul Levante: dalle 5 da gialla era diventata arancione per temporali e piogge diffuse fino alle 15 di oggi. La decisione è stata presa alla luce degli ultimi aggiornamenti modellistici, che indicano un rallentamento del fronte con precipitazioni più intense e persistenti sull'estremo levante regionale, viste le condizioni di saturazione del suolo e il livello dei torrenti già sopra l'ordinario. Sono attese nell'area piogge sparse e rovesci con cumulate elevate ed intensità forti, con possibili allagamenti localizzati e danni per isolate raffiche di vento o trombe d'aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti.

Dopo una breve pausa, già da ieri pomeriggio la pioggia è tornata sul Levante della Liguria dove il suolo, a seguito delle precipitazioni degli ultimi giorni, è ormai saturo. Per questo già ieri Arpal aveva emanato una allerta meteo Gialla (la più bassa) per piogge diffuse lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla. L'allerta gialla scattava alle 22, ma dalle 5 di oggi è innalzata ad arancione. 

"Vista la saturazione del territorio e il deflusso significativo nei bacini del Levante, la persistenza delle piogge potrà provocare ulteriori innalzamenti dei livelli - diceva già ieri Arpal -. Sono possibili locali criticità legate all' insufficiente capacità di smaltimento delle reti fognarie o al repentino innalzamento dei livelli nei rivi". Nello stesso tempo Arpal conferma per oggi l'avviso per "mareggiata intensa" sulle coste centrali e del levante.

L'allerta meteo sulla Liguria era cessata dalle 8 di ieri su tutta la regione, dopo i fenomeni intensi visti ieri. Il centro funzionale meteo-idrologico di Protezione civile della Regione ha comunque previsto mareggiate da Libeccio con l'invito è prestare attenzione. Dulle coste del Centro-Levante la mareggiata vede una altezza di onda media di 4,5-5 metri e un periodo (l'intervallo di tempo fra un'onda e l'altra) intorno ai 10 secondi. Mareggiata anche sui capi esposti di Ponente, con venti di burrasca da Sud Ovest, forti sul resto della regione, con raffiche fino a 80/90 chilometri all'ora.

Il Comune di Genova ieri ha emanato un'ordinanza per chiudere gli accessi pubblici al mare e alle scogliere del territorio comunale per l'intera giornata fino a cessata esigenza. Invita alla massima cautela nell'avvicinarsi al litorale o nel percorrere le strade costiere, sia a piedi che alla guida di un veicolo, a evitare di sostare sul litorale, sulle strade costiere e a maggior ragione su moli e pontili oltre a seguire gli aggiornamenti.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere