Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il sartoriale afro-atlantico di Wales Bonner

Il sartoriale afro-atlantico di Wales Bonner

Stilista ospite a Pitti, 36 look e guarda alla storia dei Medici

FIRENZE, 14 giugno 2022, 19:38

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Strizza l'occhio alla storia dell'antica casata dei Medici il sartoriale dal tocco 'afro-atlantico' di Wales Bonner, marchio ospite dell'edizione 102 di Pitti Uomo, che porta in passerella a Palazzo Medici Riccardi le collezioni uomo e donna per la primavera-estate 2023. In tutto sono 36 looks, che sfilano nel cortile del Palazzo commissionato nel 1444 da Cosimo de' Medici, scelto dalla stilista Grace Wales Bonner dopo una lunga attività di scouting a Firenze. Una scelta non casuale, qui venivano accolte le delegazioni di tutto il mondo, divenne simbolo di incontro del mix di varie culture, lo stesso tema che la stilista vuol celebrare con lo show. Non solo, in questo palazzo visse Alessandro de' Medici, detto il Moro per la sua carnagione scura. Ecco che il ricordo di un membro di colore nella famiglia Medici si fa sentire fortemente negli elementi del guardaroba di Wales Bonner: camicie formali in sete semitrasparenti, silhouette sartoriali minimal, giacche in suede con le borchie.
    L'idea è quella di portare "l'ispirazione africana nel mondo del lusso", racconta Grace Wales Bonner. È una celebrazione dell'artigianato, esibito attraverso abiti in macramè con perline e gioielli artigianali, cristallo di rocca e perle di vetro riciclate prodotte in Ghana.
    Sfilano maglie tinte a mano e cotoni intrecciati realizzati in Burkina Faso insieme a cappotti realizzati con disegni jacquard di seta sviluppati appositamente a Parigi. Insomma la stilista anglo-giamaicana vuole celebrare le tradizioni manifatturiere di tutti i continenti. La collezione, racconta, è prodotta per la maggior parte in Italia anche se ci sono molte collaborazioni con artigiani locali, quindi alcuni dettagli sono realizzati in Spagna e Portogallo. Ai piedi sabot di pelle zebrata o sandali in pelle di serpente, sono le nuove calzature che debuttano nella linea. Di grande impatto l'allestimento: la stilista infatti ha voluto collaborare con l'artista ghanese Ibrahim Mahama che utilizza la trasformazione dei materiali per esplorare i temi delle merci, della migrazione, della globalizzazione e dello scambio economico.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza