Toscana

Sacchi si dimette e va a Milano, interim cultura a Nardella

Per lui ruolo assessore in giunta Sala

(ANSA) - FIRENZE, 12 OTT - Ultimo saluto a Firenze oggi per Tommaso Sacchi che da domani sarà ufficialmente assessore alla cultura al Comune di Milano. Al momento il sindaco Dario Nardella ha scelto di tenersi la delega della cultura lasciata vacante, in modo da avere "una transizione senza strappi", poi ci sarà da capire se si tratta di una decisione definitiva o meno. "Quando e se sarà il momento annuncerò l'eventuale nomina di un nuovo assessore e il riassetto delle deleghe della giunta", ha detto oggi il primo cittadino che ha annunciato che "per il momento Sacchi rimarrà presidente della Fondazione Teatro della Toscana".
    "Firenze cerca a pieno titolo di diventare la capitale del contemporaneo, dell'arte in piazza, di quello che abbiamo fatto e sostenuto con grande convinzione - ha detto Sacchi -.
    Ringrazio i due sindaci Nardella e Sala per la fiducia. Non ho rimpianti e non c'è una cosa che avrei voluto fare, abbiamo fatto tutto ciò che era programmato. Sono emozionato, lascio otto anni di vita e politica. Tra Firenze e Milano c'è volontà di collaborare, siamo molto ambiziosi su questo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie