Recovery: Orban, Ue ricatta chi si oppone a migranti

'Niente accordo senza possibilità di ricorso'

(ANSA) - BUDAPEST, 18 NOV - Col Recovery Plan l'Ue "vuole ricattare chi si oppone all'immigrazione". Lo ha detto il premier ungherese Viktor Orban ribadendo che non ci sarà "accordo senza criteri oggettivi e la possibilità di fare ricorso".
    L'Ungheria, che lunedì ha posto il suo veto sul piano di rilancio europeo per uscire dalla crisi causata dalla pandemia di coronavirus, sostiene che una volta che sarà adottato "non ci saranno più ostacoli per vincolare gli Stati membri ai meccanismi di sostegno all'immigrazione".
    L'Europa potrà "utilizzare degli strumenti finanziari per ricattare i Paesi che si oppongono all'immigrazione", ha attaccato il premier ungherese Orban in un comunicato pubblicato su Twitter. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie