Assange: via a processo Gb su contestata estradizione a Usa

Verdetto atteso a ottobre, fondatore WikiLeaks rischia pena dura

(ANSA) - LONDRA, 07 SET - E' scattata stamane di fronte alla corte londinese di Old Bailey la fase cruciale di merito del processo sulla richiesta d'estradizione negli Usa di Julian Assange. Iniziato a febbraio con le udienze preliminari, e interrotto a causa dall'emergenza coronavirus, il procedimento dovrà stabilire - con un verdetto di primo grado, appellabile, atteso fra 4 settimane - se il cofondatore di WikiLeaks sia destinato a essere consegnato dalle autorità britanniche al grande alleato americano, come lascia prevedere l'atteggiamento mostrato finora dalla giustizia e dai governi del Regno.
    L'attivista australiano, inseguito da anni da Washington, è chiamato in causa negli Usa su 18 capi d'imputazione (17 dei quali per spionaggio) per aver diffuso dal 2010, attraverso WikiLeaks e diverse testate internazionali, migliaia e migliaia di documenti riservati militari e diplomatici denunciando - tra le altre cose - crimini di guerra attribuiti ai militari statunitensi in Iraq e Afghanistan. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie