Calcio: Gattuso, 'gara difficile, abbiamo rischiato'

'Colpa mia, non sono riuscito entrare nella testa dei giocatori'

(ANSA) - NAPOLI, 05 NOV - "Partite facili non ce ne sono.
    Pensavamo di venire qua a fare una gita. Ci siamo fatti sorprendere nei primi 35 minuti. Non ci sto a questi errori di valutazioni ed approcci alla partita''. Rino Gattuso è critico con il comportamento della sua squadra nel dopo partita di Rijeka , nonostante la vittoria.
    ''Dobbiamo crescere - dice ai microfoni di Sky - abbiamo rischiato. E' un problema che dura dall'anno scorso. Questa squadra ha alti e bassi da un po' di anni. Seconde palle zero.
    Poi nel secondo tempo meglio. Dobbiamo stare sul pezzo''.
    ''Loro - spiega il tecnico del Napoli - hanno giocato di contropiede. Se ti gira male non è facile. Mi piacerebbe vedere lo stesso spirito del secondo tempo nei 90 minuti''.
    Nella ripresa, però, le cose sono un po' cambiate e il Napoli è apparso diverso da come si era presentato nella prima frazione di gioco. ''Se mi sono fatto sentire all'intervallo? - dice Gattuso - Rischio di ammalarmi io e di lasciarci la pelle.
    Sapevano benissimo che squadra andavamo ad affrontare. Ecco perchè mi lascia l'amaro in bocca ed un po' arrabbiato''.
    ''Colpa mia - conclude - che non sono ancora riuscito ad entrare nella testa dei giocatori come si deve". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie