Tokyo: Gallinari, è ingiusto scegliere tra Nba e Italia

Belinelli,brutta Olimpiade senza stelle. Melli,è contraddittorio

(ANSA) - MILANO, 11 OTT - Il rischio che tutti i giocatori Nba, per via della sovrapposizione dei calendari, debbano rinunciare alle nazionali nella prossima estate e, quindi, dire addio alle Olimpiadi di Tokyo è concreto. E il trio azzurro formato da Danilo Gallinari, Marco Belinelli e Nicolò Melli, ospite dal Festival dello Sport organizzato dalla Gazzetta dello Sport, lanciano un appello per "trovare una soluzione" che accontenti tutti.
    "Sarebbe una scelta ingiusta e difficile da prendere - spiega Gallinari, collegato in streaming da Denver -. Abbiamo chiesto all'associazione giocatori di trovare almeno una finestra per farci disputare il Preolimpico ma non so se sarà possibile".
    "Un'Olimpiade senza stelle Nba - ricorda Belinelli - non esiste, è brutta, non vale il blasone dell'Olimpiade". Della stessa opinione anche Melli: "La speranza è che la battaglia politica possa portare ad una conclusione degna e soddisfacente. Sarebbe contraddittorio per una lega come la Nba che ha un respiro così internazionale, che ha un mvp greco Giannis Antetokounmpo. Per me le Olimpiadi sono sempre state un sogno: ho sempre sperato di battere mia madre che ha vinto nel 1984 l'argento nella pallavolo con la Nazionale americana". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie