Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Serie A: l'Inter risponde al Milan, Juve rimonta a Roma

Serie A: l'Inter risponde al Milan, Juve rimonta a Roma

Gara mai in discussione, rossoneri a 48 punti

Sorpasso e controsorpasso tutto milanese in testa alla classifica, in attesa che si riallineino le giornate dopo i rinvii per Covid. Alla vittoria facile del Milan a Venezia (la cronaca) risponde in serata l'Inter, con una vittoria di forza e carattere sulla Lazio. Goleada dell'Atalanta su un'Udinese decimata dal covid, successo di misura ma meritato del Napoli con la Sampdoria, rimonta Juve all'Olimpico che manda nel pallone la Roma. In attesa del recupero dell'Inter, tornata a +1 sul Milan prima di recuperare il match col Bologna, i posti Champions sembrano andare in cassaforte anche se il gioco dei recuperi puo' rimescolare le carte. Rimane in scia comunque la Juve che cade e risorge passando dall'1-3 al 4-3 contro una Roma crollata alla distanza e che si mangia poi il pari sbagliando un rigore. Sontuosa prova di orchestra del trio offensivo del Sassuolo, che travolge l'Empoli in inferiorita' numerica. In zona salvezza vittoria fondamentale dello Spezia che compromette le speranze del Genoa.

L'incubo covid aleggia sempre minaccioso, gli stadi torneranno ad essere semi deserti, le squadre continuano a pensare piu' ai tamponi che alle tattiche di gioco, ma molte gare ma il valore delle squadre fa comunque la differenza. La capolista, sorpassata all'ora di pranzo dal Milan, si riprende il primato nel dopocena di San Siro. Nel 2-1 alla Lazio, protagonisti stavolta i difensori, Bastoni prima e Skriniar poi, a siglare il gol vittoria dopo il pari di Immobile. Per Sarri un'altra battuta d'arresto, e non basta al tecnico toscano che la sua squadra abbia tenuto testa all'Inter mettendola in alcune occasioni in difficolta'. Simone Inzaghi recupera anche Dzeko, impiegato nei minuti finali dopo aver superato il Covid: sara' un'arma in piu' per la Supercoppa di mercoledi', contro la Juve a San Siro.

Il Milan da' una nuova dimostrazione di forza: a Venezia la gara dura pochi minuti, poi i giocatori di maggior classe marcano il territorio e per i veneti e' notte fonda. Leao e' imprendibile come con la Roma e regala un assist al bacio per Ibra che timbra il gol e indirizza la gara, che viene poi messa in sicurezza dalla terza doppietta di Theo Hernandez con un gran tiro e un rigore, che stavolta Ibra non si azzarda a tirare. Pioli festeggia le 400 panchine in A con una sicurezza: il Milan merita di lottare per lo scudetto fino alla fine. Il Napoli recupera Spalletti in panchina ma le defezioni sono ancora a grappoli, per cui il successo di misura sulla Samp e' prezioso. Dopo i tre ko interni consecutivi i partenopei tornano alla vittoria al Maradona e i tifosi rispettano capitan Insigne, prossimo a cambiare continente, e che esce presto per infortunio. Juan Jesus segna un gol che viene annullato per un fuorigioco di piede, poi e' Petagna con un'acrobazia a firmare il vantaggio che terra' fino alla fine. Infruttuosi i tentativi di Politano e dell'impreciso Mertens mentre la Samp prova a reagire ma non riesce ad essere pericolosa. La ricreazione e' finita: Zapata e' ancora assente, ma Muriel e' implacabile, come nelle giornate migliori e al suo fianco l'orchestra di Gasperini e' perfetta.

L'Atalanta travolge 6-2 in trasferta l'Udinese che si lamenta di essere stata mandata 'al martirio' per una rosa azzoppata dal covid. Pasalic, Muriel e Malinowski mettono in freezer la gara nel primo tempo. I friulani provano a rientrare in gara, ma sul 4-2 nuova fiammata dei bergamaschi che straripano con Maehle e Pessina. Magnifica la doppietta di Muriel con spunti irresistibili.

Sfida folle all'Olimpico. Alla Roma non basta un vantaggio di 3-1 sulla Juve per evitare la nona sconfitta. Una giocata super di Dybala annulla il vantaggio di Abraham, poi la Roma protesta per un mani di De Ligt non punito. Esce Chiesa per infortunio - distorsione al ginocchio: per lui si teme uno stop di due mesi, e sarebbe un guaioi anche per la nazionale di Mancini - e nella ripresa micidiale uno-due di Mhkytarian (deviato da De Sciglio) e Pellegrini con una punizione magistrale. L'ingresso di Morata cambia la gara: in 7' la Juve colpisce tre volte con Locatelli, Kulusevski e De Sciglio, complice una Roma crollata fisicamente e psicologicamente. Poi rigore per mani di De Ligit che viene espulso, ma Pellegrini si fa parare dall'ex Szczesny, come Veretout all'andata. Allegri si prende i tre punti con una reazione di carattere, Mourinho deve riflettere su una squadra con pochi alti e tanti bassi.

Rovinoso tracollo interno dell'Empoli che viene surclassato da un Sassuolo trascinato dal trio azzurro Berardi-Raspadori-Scamacca. Sono loro gli autori dei cinque gol di una gara dominata ma che rimane in bilico fino all'espulsione di Viti. I toscani reagiscono al vantaggio di Berardi su rigore, ma il raddoppio di Raspadori indirizza la gara. Nella ripresa entra Scamacca che segna una doppietta, come Raspadori che e' il migliore in campo. Derby da brividi in zona salvezza tra Genoa e Spezia senza gli allenatori Motta e Sheva, fermati da squalifica e covid. Una gara a senso unico con lo Spezia che domina per un'ora, segna con l'ottimo Bastoni si mangia il raddoppio con Manaj e con Verde. Il Genoa e' scarico, entra in partita a meta' ripresa ma lo Spezia regge bene e vola verso il centroclassifica. Shevchenko ora e' in bilico. Anche perche' la Salernitana a Verona ottiene la terza vittoria del suo campionato (2-1) e avvicina i rossoblu' al penultimo posto: solo un punto divide le due squadre in fondo alla classifica

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie