Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sondaggio YouTrend: in calo Fratelli d’Italia (27,1%), dopo la Sardegna, Pd e M5S sono più vicini

Sondaggio YouTrend: in calo Fratelli d’Italia (27,1%), dopo la Sardegna, Pd e M5S sono più vicini

Oggi il centrodestra sarebbe sotto al risultato delle politiche, in crescita invece il centrosinistra

04 marzo 2024, 17:38

Redazione ANSA

ANSACheck
YouTrend_il consenso ai partiti -     RIPRODUZIONE RISERVATA
YouTrend_il consenso ai partiti - RIPRODUZIONE RISERVATA

YouTrend_la fiducia nei leader RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel primo sondaggio dopo le regionali in Sardegna Quorum/YouTrend registra un significativo calo di Fratelli d’Italia, che perde l’1,3% rispetto a fine gennaio e si ferma al 27,1%.

Nel sondaggio realizzato per Sky TG24, il partito di Giorgia Meloni resta ampiamente la prima forza del Paese, ma oggi il vantaggio sul PD (19,9%, +0,7 nell’ultimo mese) e il Movimento 5 Stelle (15,9%, +2,3%) si è un po’ ridotto, tornando sui livelli molto simili a quelli delle politiche del 2022. Entrambi i protagonisti del “campo largo” registrano infatti una crescita significativa nell’ultimo mese, soprattutto il partito di Giuseppe Conte.

YouTrend_il consenso ai partiti

 

Il momento di difficoltà però non riguarda solo Fratelli d’Italia, ma tutto il centrodestra. In calo è anche la Lega (8,1%), che perde l'1,2%, e Noi Moderati (0,7%, quasi un punto in meno rispetto a un mese fa) mentre Forza Italia (6,6%) cresce in maniera molto lieve.

Tutto questo fa sì che il centrodestra oggi sarebbe sotto il risultato delle politiche 2022, passando dal 43,8% al 42,5%. Il centrosinistra, inteso come l’alleanza che si è presentata alle ultime elezioni politiche, invece è in crescita di quasi due punti, da 26,1% a 27,9%.

YouTrend_il consenso ai partiti

 

Peggiorano i giudizi sul governo: oggi solo il 36% degli intervistati promuove l’esecutivo di Giorgia Meloni, mentre un mese fa era il 38%. Per quanto riguarda la fiducia nei leader, Giuseppe Conte resta sempre davanti a Giorgia Meloni, ma entrambi sono molto dietro al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dietro i due leader di Movimento 5 Stelle e Fratelli d’Italia resta stabile Elly Schlein (27%).

Il 65% dei potenziali elettori di PD e Movimento 5 Stelle è favorevole a un’alleanza stabile fra i due partiti. Lo afferma un sondaggio di Quorum/YouTrend realizzato per Sky TG24, dopo che la vittoria di Alessandra Todde in Sardegna ha fatto tornare in auge l’ipotesi di un “campo largo” strutturale.  È contrario il 25% degli elettori potenziali dei due partiti, mentre il 10% non si esprime. I dati si riferiscono ai soli elettori intervistati che affermano che oggi voterebbero o valuterebbero il voto a una delle due formazioni. Gli elettori attuali del PD sono però più convinti di quelli del Movimento 5 Stelle: fra gli elettori PD i favorevoli all’alleanza sono il 78%, fra gli elettori M5S il 72%.

Sondaggio svolto con metodologia CAWI tra il 28 febbraio e il 1° marzo 2024 su un campione di 803 intervistati rappresentativi della popolazione maggiorenne residente in Italia, indagate per quote di genere ed età incrociate, stratificate per titolo di studio e ripartizione ISTAT di residenza. Il margine d’errore è del +/- 3,5% con un intervallo di confidenza del 95%.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza