Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Meloni vittima di una telefonata fake con un falso leader africano - ASCOLTA L'AUDIO

Meloni vittima di una telefonata fake con un falso leader africano - ASCOLTA L'AUDIO

Due comici russi parlano con la premier della guerra in Ucraina: l'episodio il 18 settembre, prima dell'assemblea dell'Onu

MOSCA, 03 novembre 2023, 14:36

Redazione ANSA

ANSACheck

Meloni con Zelensky all 'Onu - RIPRODUZIONE RISERVATA

Meloni con Zelensky all 'Onu - RIPRODUZIONE RISERVATA
Meloni con Zelensky all 'Onu - RIPRODUZIONE RISERVATA

 "C'è molta stanchezza da tutte le parti" sul conflitto in Ucraina e "si avvicina il momento in cui tutti capiranno che abbiamo bisogno di una via d'uscita". E' quanto ha affermato Giorgia Meloni in una telefonata "fake" con due comici russi, Vovan (Vladimir Kuznetsov) e Lexus (Alexey Stolyarov), uno dei quali si sarebbe spacciato per un "politico africano".
    "Il problema - afferma l'interlocutrice che viene presentata come Meloni - è trovare una via d'uscita accettabile per entrambe le parti senza distruggere la legge internazionale. Ho alcune idee su come gestire questa situazione, ma aspetto il momento giusto per metterle sul tavolo".
    La registrazione della conversazione è stata postata sulla piattaforma online canadese Rumble e ripresa dall'agenzia russa Ria Novosti.
    "La controffensiva dell'Ucraina non sta andando come ci si aspettava", afferma ancora Meloni e "non ha cambiato il destino del conflitto". Quindi "tutti capiscono che potrebbe durare molti anni se non cerchiamo di trovare una soluzione".
    Gli ucraini comunque, aggiunge, "stanno facendo quello che devono fare, quello che è giusto fare, e noi cerchiamo di aiutarli".
    Una parte della conversazione è dedicata all'arrivo degli immigrati sulle coste italiane: "L'Europa - afferma l'interlocutrice - ha pensato per un sacco di tempo che poteva risolvere il problema limitandolo all'Italia. Quello che non capiscono è che è impossibile. La dimensione di questo fenomeno è tale che coinvolge non solo la Ue, ma a mio parere anche l'Onu. Il problema è che gli altri non se ne curano e tutti concordano che l'Italia deve risolvere questo problema da sola".
    C'è poi un breve cenno alla Libia. "Potremmo discutere per ore - afferma la voce attribuita a Meloni - cosa è successo in Libia. Forse oggi qualcuno capisce che la situazione del dopo non è stata così buona, non è stata migliore". 

Meloni tratta in inganno da falso presidente Unione africana: episodio avvenuto il 18 settembre

Il presidente Meloni è stata tratta in inganno al telefono da un personaggio che è riuscito a spacciarsi attraverso l'ufficio diplomatico di palazzo Chigi come presidente dell'Unione Africana, si apprende in ambienti di governo. Nonostante il tentativo di farle dire frasi "scomode" Meloni ha invece ribadito nella sostanza le posizioni assunte dal Governo, pur nei toni consueti di estrema cortesia formale che si tengono in interlocuzioni con rappresentanti istituzionali stranieri. Il presidente del Consiglio, nonostante le provocazioni, ha confermato il pieno sostegno all'Ucraina e le politiche italiane di contrasto all'immigrazione illegale, concludono le medesime fonti.

"L'Ufficio del Consigliere diplomatico del Presidente del Consiglio dei Ministri si rammarica per essere stato tratto in inganno da un impostore che si è spacciato per il presidente della Commissione dell'Unione Africana e che è stato messo in contatto telefonico con il presidente Meloni. L'episodio è avvenuto il giorno 18 settembre nel contesto dell'intenso impegno sviluppato in quelle ore dal Presidente Meloni per rafforzare i rapporti con i leader africani con i quali ha avuto importanti incontri a margine dell'Assemblea Generale dell'Onu tra il 19 e il 21 settembre". Così Palazzo Chigi in una nota.

Video Comico russo si spaccia per un leader africano e parla con Meloni

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza