Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Gelmini, numeri inchiodano governo, cdm spot su migranti

Gelmini, numeri inchiodano governo, cdm spot su migranti

Ma intanto zero soluzioni

ROMA, 10 marzo 2023, 17:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"In Italia sono 3mila i migranti sbarcati in soli 3 giorni, 17mila gli arrivi da gennaio ad oggi.
    Numeri del Viminale che inchiodano il governo. La prima responsabilità della destra è aver voluto far credere agli italiani che l'immigrazione fosse un problema semplice, facile da risolvere: la politica del blocco navale e dei porti chiusi si è rivelata essere solo propaganda. La seconda responsabilità è prendersela con le Ong, responsabili solo di una minima parte dei migranti che arrivano in modo irregolare. La terza è quella di essersi scelti degli interlocutori in Europa che hanno interessi e posizioni sul tema che sono contro l'Italia. I Paesi del blocco di Visegrad ad esempio sono da sempre contrari alla redistribuzione dei migranti. E poi c'è l'errore iniziale, gravissimo, dello scontro con la Francia. Nel decreto approvato ieri a Cutro, in occasione di un Consiglio dei ministri spot, non ci sono soluzioni strutturali. La soluzione sta invece in Europa, passa da una riforma del Trattato di Dublino e da una collaborazione sulla redistribuzione. È lì che il governo deve essere serio e autorevole".
    Così Mariastella Gelmini, vicesegretario e portavoce di Azione.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza