Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

M5s, direttiva Ue su case green è opportunità storica

M5s, direttiva Ue su case green è opportunità storica

Parlamentari depositano una mozione sul tema

ROMA, 20 gennaio 2023, 15:42

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"La rotta tracciata dall'Ue con la direttiva sull'efficientamento pubblico del patrimonio edilizio europeo fissa un'opportunità di portata storica per l'Italia. Il nostro paese ho anticipato i tempi grazie al Superbonus 110% ideato dal Movimento 5 Stelle, purtroppo azzoppato prima del governo Draghi e smantellato poi dall'attuale governo Meloni.
    Una decisione miope e autolesionista, visto che quel meccanismo fiscale ha saputo non solo generare effetti sorprendenti sul Pil e più di 900 mila posti di lavoro tra diretti e indiretti, ma ha anche portato un risparmio di 11.700 Gwh/anno, che corrispondono a 1,1 miliardi di metri cubi di gas. Soprattutto, sono venute meno 1,4 milioni di tonnellate di emissioni inquinanti. La direttiva europea impone ora al governo, peraltro diviso sul tema, di invertire la rotta. Come Movimento 5 Stelle abbiamo appena depositato una mozione per chiedere impegni seri sulla riqualificazione energetica degli edifici, sia pubblici sia privati, e di aprire un dialogo con l'Europa e gli altri paesi sui percorsi economici da intraprendere per reperire le risorse necessarie". E' quanto si legge in una nota dei parlamentari M5s delle commissioni Ambiente e Attività Produttive di Camera e Senato.
    "Da oltre un anno - prosegue il comunicato - noi abbiamo proposto un Energy Recovery Fund, senza ricevere alcun feedback dalle altre forze politiche. Serve però un piano casa complessivo, che parta innanzitutto dalla stabilizzazione dei vari bonus edilizi e che possa far leva su un'ampia circolazione dei crediti fiscali. I quali, va ricordato, dovevano essere sbloccati da questo governo in base alle promesse elettorali, rimaste però lettera morta. Come Movimento 5 Stelle ci batteremo ogni giorno in questa legislatura perché non si getti alle ortiche questa opportunità epocale per l'Italia".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza