Politica

Blinken a Palazzo Chigi, incontro con Draghi

Colloquio su rapporti bilaterali e su rinnovate relazioni con Ue. Segretario di Stato Usa: 'Grati alla leadership dell'Italia, stessi valori', ha detto in conferenza stampa con Luigi Di Maio

Il segretario di Stato Antony Blinken ha lasciato Palazzo Chigi dopo aver avuto un incontro con il premier Mario Draghi. Nel pomeriggio anche l'incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: presente il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Benedetto della Vedova. 

Nell'incontro a palazzo Chigi sono stati discussi i rapporti bilaterali nel più ampio quadro delle relazioni transatlantiche e l'esigenza di dare seguiti concreti al rinnovato clima di forte sintonia e collaborazione fra l'Ue e gli Usa. Sono state approfondite le principali sfide globali e sistemiche, quali la lotta alla pandemia, il rilancio economico e sociale e il contrasto ai cambiamenti climatici, nonché le più importanti crisi internazionali, con specifica attenzione all'instabilità nella regione mediterranea e alla Libia.

Soddisfazione per la fase di rilancio della collaborazione transatlantica e la ripresa dela piena sintonia tra agenda Ue e agenda Usa sarebbe stata espressa da Sergio Mattarella nel corso dei colloqui con Tony Blinken. Da parte del Colle c'e' la convinzione che l'Alleanza Atlantica e l'integrazione Ue siano pilastri non separabili per un efficace contributo alla comunità internazionale. In questo quadro, per il Colle sarebbe utile impostare in maniera intelligente e corretta il dialogo sui contenziosi Usa-Ue, come è avvenuto nel caso Airbus-Boeing e, in sede Ocse, per quanto riguarda la tassazione dei proventi dei giganti digitali.

"Ho avuto un incontro eccellente con il presidente Mattarella, durante il quale abbiamo discusso dell'importanza delle cooperazione di nostri paesi nell'affrontare la crisi del cambiamento climatico, nel recuperare dal Covid 19 e altre sfide globali", ha twittato il segretario di Stato americano Antony Blinken.

"L'udienza di questa mattina al Segretario di Stato USA, Antony John Blinken, si è svolta in un clima cordiale. È durata circa 40 minuti ed è stata per il Papa l'occasione per ricordare il viaggio compiuto nel 2015 ed esprimere il suo affetto e la sua attenzione al popolo degli Stati Uniti d'America", ha detto il direttore della Sala stampa vaticana Matteo Bruni rispondendo ai giornalisti.

La coalizione globale per la lotta all'Isis ha raggiunto "risultati significativi", secondo il segretario di Stato Antony Blinken, risultati che "riflettono quanto si può conseguire insieme". "Abbiamo fatto progressi" contro l'Isis "perché abbiamo lavorato insieme", ha ripetuto Blinken intervenendo poi alla riunione ministeriale anti-Daesh a Roma che gli Usa co-presiedono con l'Italia.

"Siamo molti grati per la leadership dell'Italia perché queste sfide sono al centro dell'agenda globale", ha detto Blinken in conferenza stampa con Luigi Di Maio alla ministeriale anti-Daesh. Blinken ha parlato di un "allineamento di valori" tra Italia e Usa "per i diritti umani e la democrazia".

Ieri il segretario di Stato americano ha incontrato a Roma il ministro degli Esteri israeliano Lapid, auspicando un futuro per palestinesi e israeliani con pari opportunità e dignità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie