Il Pd apre ai Cinque Stelle nel Lazio ma l'ipotesi fa discutere

Dibattito aperto nel movimento. Casaleggio, attivisti incidano di più in vita politica

Il Pd apre ai Cinque Stelle nel Lazio e Zingaretti punta ad una alleanza in tutta Italia dopo l'esperienza del governo Conte 2. Ma l'ipotesi alimenta la tensione nel partito.

Morani chiede che ne discuta il congresso, mentre il ministro Guerini sollecita una 'gestione collegiale' del partito.

Dal M5s, intanto, attacchi a Renzi per i rapporti con l'Arabia Saudita dopo il rapporto dell'intelligence Usa secondo il quale lo stesso principe ereditario bin Salman approvò un'operazione a Istanbul per catturare o uccidere il giornalista dissidente Khashoggi. 

Intanto prosegue il dibattito interno nel movimento cinque stelle. "Esistono sempre soluzioni diverse a quelle che abbiamo utilizzato fino ad oggi: Rousseau sta costruendo un processo di decentralizzazione per dare agli attivisti sempre più strumenti per autodeterminarsi e incidere sulla vita politica". Così il presidente dell'Associazione Rousseau Davide Casaleggio durante la quinta tappa del tour digitale "La Base incontra Rousseau" che, regione dopo regione, sta coinvolgendo migliaia di attivisti per progettare insieme a loro le sedi digitali tematiche e territoriali richieste sulla piattaforma.

"Esistono sempre - è il ragionamento di Casaleggio - soluzioni diverse a quelle che abbiamo utilizzato fino ad oggi. Ma per trovarle bisogna guardare oltre, sperimentare. Così sta facendo Rousseau costruendo attraverso un percorso partecipato, insieme a migliaia di attivisti, le future sedi digitali territoriali e tematiche che nasceranno sulla piattaforma dando agli iscritti spazi autonomi di progettazione e decisione, che permetteranno loro di creare gruppi locali, incontrarsi, portare avanti battaglie condivise sul proprio territorio e costruire tavoli tematici permanenti. Un processo di decentralizzazione che Rousseau sta portando avanti da tempo per dare agli attivisti sempre più strumenti per autodeterminarsi e incidere sulla vita politica". "La decentralizzazione richiede assunzione di responsabilità distribuita a livello locale - ha sottolineato la responsabile ricerca e sviluppo dell'Associazione Rousseau Enrica Sabatini - La stiamo attuando con il percorso partecipato di costruzione delle sedi digitali e del nuovo sistema meriti e con il corso di formazione per i futuri Ambasciatori della Partecipazione, fornendo agli attivisti sempre più strumenti operativi e culturali per partecipare, progettare, organizzarsi autonomamente e assumere decisioni".


   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie