Nasa:raggiunto corpo celeste più lontano

Ultima Thule, dista 6,4 miliardi di chilometri dalla Terra

(ANSA) - LAUREL (MARYLAND), 1 GEN - La sonda spaziale della Nasa che ha dato al mondo le prime immagini ravvicinate di Plutone, la New Horizon, ha raggiunto ieri - poco dopo la mezzanotte ora americana - il corpo celeste più lontano mai esplorato dall'uomo: un oggetto coperto di ghiaccio nella Fascia di Kuiper soprannominato Ultima Thule, che dista ben 6,4 miliardi di chilometri dalla Terra.
    Alle 00:33 (le 6:33 in Italia) la New Horizon è passata a 3.500 km da Ultima Thule e ha cominciato a osservare il misterioso oggetto celeste attraverso i suoi potenti obiettivi.
    Le prime immagini, in bianco e nero, dovrebbero arrivare oggi, ma gli attesi primi piani a colori non saranno disponibili prima di domani o giovedì. "Abbiamo segnato un record - ha commentato il direttore del progetto, Alan Stern, del Southwest Research Institute -. Un veicolo spaziale non ha mai esplorato prima di oggi qualcosa così distante da noi". Ed ha aggiunto: "Pensate, siamo un miliardo di miglia (1,6 miliardi di km, ndr) più lontani di Plutone".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie