Covid: Giappone, a Tokyo raddoppiano infezioni in gennaio

Governo pronto a estendere stato di emergenza oltre 7 febbraio

Hanno sfiorato quota 40.000 i casi di Covid a Tokyo in gennaio, più del doppio rispetto al mese precedente: i dati appena diffusi dal governo metropolitano, riportano i media nipponici, convinceranno con ogni probabilità l'esecutivo ad estendere lo stato di emergenza - attualmente in vigore in 11 delle 47 prefetture dell'arcipelago - oltre il 7 febbraio.
    Il totale delle infezioni registrate a Tokyo il mese scorso è stato di 39.664, che porta il bilancio complessivo dall'inizio della pandemia a quota 99.841. In dicembre i casi segnalati erano stati invece 19.245. Sebbene i casi nella capitale abbiano registrato una flessione progressiva negli ultimi giorni, il sistema ospedaliero continua ad essere sotto pressione e l'esecutivo fa fatica a tenere sotto controllo l'emergenza sanitaria nel Paese a meno di sei mesi dal previsto inizio delle Olimpiadi.
    L'emergere delle varianti del virus, potenzialmente più contagiose, ha aumentato il livello di incertezza dopo che fino a 64 persone hanno contratto le cosiddette varianti inglese, sudafricana e brasiliana. A livello nazionale i casi di coronavirus ammontano a 390.738 con 5.781 morti accertate.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie