Egitto,2600 morti scontri in meno 2 anni

Fino a dicembre 2014:rapporto Consiglio Nazionale Diritti Umani

(ANSA) - IL CAIRO, 31 MAG - Nel periodo dal 3 luglio 2013 - giorno della deposizione e dell'arresto da parte dei militari dell'allora presidente egiziano Mohamed Morsi - al 31 dicembre 2014 in Egitto si sono avute 2.600 vittime di scontri: 1.250 tra i sostenitori dei Fratelli Musulmani, 700 tra forze armate e polizia, 550 tra i civili. E' quanto si afferma in un rapporto del Consiglio Nazionale per i diritti umani illustrato oggi in una conferenza stampa al Cairo dal presidente dell'organismo, Mohamed Faek.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie