Teatro Fenice Venezia riapre a luglio in segno innovazione

Installazione di una chiglia ribalta la prospettiva della sala

(ANSA) - VENEZIA, 17 GIU - La Fenice riapre al pubblico, nel mese di luglio, con una serie di concerti cameristici e sinfonici e con un nuovo allestimento operistico. Non tutto sarà come prima: la riapertura del Teatro veneziano sarà nel segno del cambiamento, un cambiamento forzato dall'emergenza sanitaria e dalle conseguenti regole di salute e sicurezza imposte, ma le cui limitazioni sono state interpretate come idee per spettacoli teatrali musicali dal volto nuovo.
    Ad essere reinventato sarà lo spazio: "La chiave è stata nel non vedere le limitazioni come pura impossibilità - spiega Fortunato Ortombina, sovrintendente e direttore artistico - bensì come espedienti per ideare spettacoli con nuove varianti drammaturgiche e poetiche. In quest'ottica, insieme alle maestranze, ai laboratori e ai tecnici del Teatro, abbiamo rimodulato completamente lo spazio della platea, della fossa orchestrale e del palcoscenico. Rimosse le poltrone dalla platea, in questo spazio si distribuiranno i musicisti, mentre un'installazione permanente, un piano inclinato, coprirà la buca dell'orchestra rialzandola e collegandola al palcoscenico, dove potranno essere ricavati posti a sedere a debita distanza l'uno dall'altro. Sarà una sorta di chiglia in legno di una nave in via di costruzione (e con settanta persone sedute in prua): un'immagine che non vuole ricordare l'idea di un naufragio, quanto piuttosto quella di un'arca che ci traghetterà tutti in avanti, in un mondo nuovo. Una cosa è certa: resterà pur sempre la sala più bella del mondo". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie