Koumanova, io unica donna a dirigere

"Solo 3 prima di me, ma quanta fatica in questo mondo di uomini"

(ANSA) - ROMA, 9 FEB - In un festival che ha fatto della sensibilizzazione contro la violenza alle donne la sua bandiera e il suo marchio distintivo, sono proprio le donne a essere poco protagoniste sul palco di Sanremo. Michelle Hunziker a parte, sono poche quelle in gara, tra Big e Nuove Proposte. Ed è solo una a salire sul podio del direttore d'orchestra. E' Dariana Koumanova, 47enne bulgara trapiantata in Italia dal 1994. "Sì, sono l'unica e non è per niente facile affermarsi in questo mondo di quasi tutti uomini", dice con un sorriso dolce e la richiesta di essere chiamata direttore e non direttrice. Nella storia dei 68 festival sanremesi lei è la quarta donna a dirigere e lo fa per Leonardo Monteiro, in gara tra le Nuove Proposte con il brano Bianca. "Solo la quarta, già". "Quello del direttore d'orchestra è ancora oggi un mestiere prettamente maschile, in un ambiente maschilista. Probabilmente gli uomini non riescono ad accettare di essere 'comandati' da una donna", è la sua analisi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA