Violenta paziente in ospedale, ordinanza per ausiliario

Indagine squadra mobile Enna, vittima minacciata per ritrattare

Un portantino dell'Asp di Enna ha avuto notificato dalla polizia un'ordinanza per violenza sessuale e tentata violenza privata nei confronti di una giovanissima paziente fragile ricoverata in ospedale. L'uomo è accusato di avere abusato della donna e di averla poi minacciata. La squadra mobile, che ha indagato sul caso, ha eseguito nei suoi confronti una misura cautelare emessa dal Gip su richiesta del procuratore Massimo Palmeri e del sostituto Stefania Leonte, che dispone il divieto di avvicinamento dell'indagato nei confronti della vittima.
    Le indagini si erano subito concentrate sull'ausiliario dell'Asp di Enna, dopo una segnalazione fatta dai medici del reparto. Gli investigatori e gli inquirenti hanno sentito la ragazza e chiuso gli accertamenti in pochi giorni, trovando "riscontri oggettivi" al suo racconto. Secondo l'accusa l'indagato, "approfittando delle condizioni di vulnerabilità della vittima e della sua posizione" ha abusato di lei e ha anche tentato, con la minaccia, di costringerla a ritrattare".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie