Mafia: Ps sequestra 500mila euro beni a 2 del clan Cappello

A padre e figlio, operazione Anticrimine Squadra mobile Catania

(ANSA) - CATANIA, 25 MAR - Beni per 500 mila euro sono stati sequestrati, ai fine della confisca, dalla polizia di Catania a due esponenti del clan Cappello: S. C., di 55 anni, e il figlio G. C., di 35, attualmente detenuti. Sigilli sono stati posti a un'impresa del settore della ristorazione nel centro storico, due appartamenti e un terreno in città, un'autovettura e a diversi rapporti finanziari ritenuti riconducibili a loro. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale su richiesta della Dda in coordinamento con il Questore su indagini della divisione Anticrimine e della squadra mobile. Il 55enne è indicato da collaboratori di giustizia come appartenente al gruppo Monte Po-Picanello della cosca Cappello - Bonaccorsi. E' tra gli indagati dell'operazione Camaleonte del giugno 2020 della Squadra Mobile etnea e dallo Sco di Roma contro 58 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti e di reati in materia di armi. Nella stessa inchiesta sono indagati anche il figlio e altri suoi familiari. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie