Raid vandalico in parco letterario Quasimodo a Roccalumera

Devastata parte struttura e provocati danni per migliaia euro

 Ignoti si sono introdotti la scorsa notte nella sede del Parco Letterario Quasimodo di Roccalumera, devastando parte della struttura e causando danni per migliaia di euro. "I malviventi - spiega l'avvocato Sergio Mastroeni, cofondatore del Parco - si sono introdotti nell'area, situata a fianco della stazione ferroviaria, e hanno distrutto alcune vetrate lungo il perimetro della struttura coperta utilizzata per eventi e incontri culturali, svuotando anche alcuni estintori all'interno. Gli attentatori hanno utilizzato probabilmente una mazza per spaccare le lastre blindate e dunque sono entrati al Parco letterario, con l'intento di distruggere il più possibile".
    "Già nei mesi scorsi avevamo subito danni quando qualcuno aveva spaccato delle porte interne e rubato televisori, decoder e un registratore di cassa dalla zona ristorante in disuso, devastando alcuni locali - racconta il fratello Carlo Mastroeni - è in quell'occasione era stato messo fuori uso anche l'impianto di videosorveglianza". L'attentato è stato denunciato ai carabinieri. Il Parco Letterario Quasimodo ha sede nella dismessa stazione ferroviaria a ricordo della professione del padre Gaetano che era capostazione e del nonno Vincenzo, per anni vice sindaco di Roccalumera. Il museo, ospitato all'interno dei locali della stazione Fs, conserva documenti, mobili, cimeli appartenuti a Quasimodo, tra cui la Laurea Honoris Causa dell'Università di Messina. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie