Castello di Caccamo sarà gestito dal Comune

Lo prevede convenzione firmata dal governatore e dal sindaco

  Il castello medievale di Caccamo - sito culturale di proprietà della Regione Siciliana - sarà gestito direttamente dal Comune. Lo prevede una convenzione firmata dal governatore Nello Musumeci, dal dirigente generale del dipartimento dei Beni culturali Sergio Alessandro e dal sindaco del comune nel palermitano Nicasio di Cola. "La finalità è quella - afferma una nota - di realizzare una migliore fruizione e valorizzazione di siti monumentali, storici e di pregio, grazie alla partnership tra la Regione e gli enti locali, che li gestiranno direttamente, nell'ottica di un'azione di valorizzazione e fruizione".
    Il comune, prevede l'accordo, dovrà assicurare la custodia del castello e l'apertura al pubblico con modalità e orari che garantiscano un servizio plurisettimanale di visite. Interventi di manutenzione, revisione periodica delle coperture, miglioramento del decoro degli ambienti, stabilità e sicurezza dell'immobile, progetti di restauro dei soffitti, abbattimento delle barriere architettoniche.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere