COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale SEO Cube S.r.l.

Come reperire documenti catastali online, lo abbiamo chiesto a Rete Visure

Per usufruire dei servizi catastali online è possibile accedere al servizio reso disponibile dallo Studio Tecnico Bridge: Retevisure.it, una piattaforma che consente di accedere agli archivi telematici ufficiali del Catasto dell’Agenzia Nazionale delle Entrate.

Retevisure.it permette di scegliere all’interno di un ampio ventaglio di servizi: si spazia dagli estratti di mappa alle ispezioni ipotecarie, passando per le visure catastali e le planimetrie catastali. Ma non è tutto, perché ci si può rivolgere al portale anche nel caso in cui si abbia bisogno della geolocalizzazione di particelle difficili da individuare, del check-up di un immobile con una valutazione di massima o di un elenco di immobili.

L’offerta dello Studio Tecnico Bridge

Nel corso degli ultimi anni lo Studio Tecnico Bridge ha creduto in modo significativo nell’innovazione tecnologica e ha investito in essa, con un occhio particolare nei confronti della Rete: ecco perché gli utenti oggi hanno l’opportunità di servirsi di una piattaforma che comprende soluzioni di ogni genere, tali da assecondare le richieste più diverse. Una piattaforma che – giova metterlo in evidenza – può accedere alle conservatorie telematiche di tutta Italia. I clienti che devono soddisfare necessità particolari e hanno bisogno di documenti specifici non devono fare altro che compilare dei moduli di richiesta, così da poter ricevere non solo i documenti stessi, ma anche l’assistenza e la consulenza di cui potrebbero aver bisogno per leggerli, interpretarli e comprenderli.

Il servizio di assistenza tecnica

Nel momento in cui si inoltra la richiesta per uno dei servizi proposti da Retevisure.it, si conferisce allo studio l’incarico di erogare non solo i documenti richiesti, ma anche l’assistenza tecnica che viene garantita da professionisti abilitati e che sono iscritto presso i relativi albi di competenza. Nel novero dei servizi a disposizione ci sono anche l’identificazione dei dati catastali a partire dalle coordinate geografiche (che deve essere il cliente stesso a fornire) e il calcolo delle superfici a scopi catastali e commerciali.

Chi si può rivolgere a Retevisure.it

Non solo le imprese e i privati cittadini, ma anche i professionisti e le agenzie immobiliari hanno la possibilità di fare riferimento a Retevisure.it per assecondare i propri bisogni. Non solo: il portale è disponibile anche per gli enti privati, per gli enti pubblici e per le associazioni di categoria. Chi fosse interessato ha l’opportunità di domandare un preventivo su misura. La serietà e la professionalità sono i punti di forza che contraddistinguono Retevisure.it, che garantisce agli utenti anche una lunga e comprovata esperienza: questo è uno dei motivi per i quali il numero di clienti è in costante crescita, complici gli alti livelli di qualità del servizio di assistenza garantito dallo studio tecnico, integrata dalla competenza di professionisti del settore.

Come è fatto Retevisure.it

Il sito è concepito in modo che gli utenti abbiano la possibilità di richiedere le informazioni di cui hanno bisogno in maniera rapida, pratica e soprattutto semplice: ciò avviene in virtù di una comoda interfaccia intuitiva e alquanto facile da utilizzare. Nel caso in cui si abbia a che fare con circostanze particolari, o comunque di difficile definizione, è possibile essere seguiti dal cliente per ottenere quello di cui si ha bisogno, con chiarimenti e spiegazioni ad hoc. Insomma, Chi sceglie Retevisure.it ha la certezza di non essere deluso: ecco perché ci siamo rivolti allo staff del portale per capire che cosa si deve fare per ottenere documenti catastali online.

Quali sono i documenti catastali che possono essere richiesti e ottenuti?

Tutti i documenti che vengono forniti da Retevisure.it sono quelli ufficiali che provengono dalla banca nazionale del catasto, e che sono stati estratti dall’Agenzia nazionale delle Entrate. Si tratta, in pratica, della stessa banca dati che viene impiegata dagli enti pubblici provinciali del catasto. I documenti possono essere richiesti in 19 regioni italiane su 20: fanno eccezione, infatti, le province di Bolzano e di Trento per le quali è previsto il cosiddetto catasto tavolare, che rappresenta un caso a sé e che quindi non può essere consultato attraverso la banca dati nazionale.

Cosa bisogna fare per ricevere i documenti di cui si ha bisogno?

Le visure catastali e tutti gli altri documenti disponibili grazie a Retevisure.it sono trasmessi in formato pdf attraverso un messaggio di posta elettronica. Per quel che riguarda i tempi necessari per la spedizione, essi sono variabili, ma sono comunque segnalati nelle pagine di ciascun servizio. Nella maggior parte dei casi, comunque, sono sufficienti alcuni minuti per ricevere via mail il documento che si desidera. Ovviamente nel caso in cui si inoltri una richiesta al di fuori dell’orario di ufficio, i tempi necessari per l’espletamento della pratica saranno un po’ più alti rispetto a quelli segnalati.

Per quale motivo si dovrebbe aver bisogno di una visura castale per immobile?

Le visure catastali sono documenti che permettono di riconoscere un bene immobile in maniera univoca; in particolare, consentono di verificare per un’unità immobiliare dati come la consistenza, la proprietà, la rendita, e così via. Gli scopi per cui si può richiedere una visura sono molteplici: per una dichiarazione di successione, per esempio, ma anche per la dichiarazione dei redditi, oppure per una comunicazione condominiale per la quale è necessario conoscere la tabella dei millesimi. Non vanno dimenticate, poi, le diverse pratiche edilizie che presuppongono specifiche licenze, come le certificazioni urbanistiche, i nulla osta, e così via. E non è ancora tutto, perché le visure catastali possono essere necessarie per i contratti di comodato d’uso, di donazione, di permuta e di compravendita, così come per le registrazioni di qualunque tipo di contratto di locazione.

Cosa vuol dire se la visura per indirizzo produce esito negativo?

Può accadere che dopo una richiesta di visura per indirizzo la via o il numero civico non risultino come censiti. Questo vuol dire che l’indirizzo catastale che è stato fornito e che è stato registrato in occasione dell’accatastamento dell’immobile non corrisponde a quello reale. In una situazione del genere, e cioè quando si ha la necessità di risalire a un immobile di cui sono ignoti gli identificativi catastali, sono due le alternative tra cui è possibile scegliere: o l’individuazione con un estratto di mappa o la ricerca incrociata per soggetto. Può accadere, comunque, che i vecchi proprietari risultino ancora in visura: questa incongruenza rispetto alla proprietà effettiva può essere provocata da una voltura errata o mancante del nome dell’intestatario per la trascrizione di un atto (una donazione, una successione, la compravendita, e così via).

Cosa sono e a che cosa servono le visure ipotecarie?

Note anche come visure ipo-catastali, esse permettono di verificare la lista delle formalità che sono iscritte a un immobile o a un soggetto, come per iscrizioni, le annotazioni e le trascrizioni, presso la conservatoria di competenza. Le visure ipotecarie sono necessarie anche quando occorre attestare l’esistenza di gravami o ipoteche. A volte può capitare che dalla visura ipotecaria non risulti alcun immobile. Questo non vuol dire che nella banca dati l’immobile non è presente; invece, per tale immobile non risultano annotazioni, trascrizioni o iscrizioni, cioè non ci sono formalità che siano state registrate presso la conservatoria di competenza.

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie