Terremoto, nuove regole per velocizzare opere pubbliche

Due nuove ordinanze commissario Legnini

(ANSA) - ANCONA, 21 NOV - Con le due ordinanze oggi emanate dal commissario straordinario Giovanni Legnini, arrivano le nuove regole per accelerare le opere pubbliche legate alla ricostruzione del Centro Italia dopo il sisma del 2016.
    L'ordinanza sulla ricostruzione pubblica - viene spiegato dalla struttura commissariale - ridefinisce l'elenco delle opere legate alla ricostruzione, con alcune riprogrammazioni e l'inserimento di nuovi interventi: quelli attualmente finanziati, tenuto conto anche di quelli già realizzati, sono 1.288, una parte dei quali, 482, devono ancora essere avviati.
    Per questo l'ordinanza stabilisce che i Comuni e le stazioni appaltanti provvedano entro il 31 marzo 2021 all'affidamento di tutti gli incarichi di progettazione, ma che ancor prima, entro il 31 dicembre di quest'anno, trasmettano al commissario un cronoprogramma dettagliato di tutte le fasi per la definizione dell'appalto e l'esecuzione delle opere. La seconda ordinanza prevede le disposizioni organizzative ed attuative dei poteri in deroga attribuiti dal legislatore al commissario, e a lungo sollecitati dai sindaci, dai presidenti delle Regioni, dai cittadini ed esponenti di tutti gli schieramenti politici, per la realizzazione delle opere pubbliche prioritarie e caratterizzate da particolari complessità e per gli interventi nei centri storici maggiormente distrutti. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie