Autismo, approccio multidisciplinare

Tironi, c'è bisogno di una presa in carico a 360 gradi

(ANSA) - MILANO, 5 DIC - Un approccio multidisciplinare nel contrasto della sindrome dello spettro autistico, ampliando le misure di sostegno in età sia pediatrica sia adulta, assicurando la piena inclusione scolastica e potenziando le campagne di sensibilizzazione e informazione in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale. E' quanto prevede una risoluzione, approvata dal Consiglio regionale, su proposta della vice presidente della Commissione sanità Simona Tironi (FI) di cui si è discusso questa mattina a Brescia.
    "I disturbi dello spettro autistico sono caratterizzati da una grave e generalizzata compromissione di diverse aree dello sviluppo - ha sottolineato Simona Tironi -. La malattia compromette così le interazioni sociali, le competenze comunicative, i comportamenti, gli interessi e le attività.
    L'autismo è tra i più comuni e invalidanti disturbi dello sviluppo neuropsichico. C'è bisogno di una presa in carico a 360 gradi".
    E' prevista anche l'attivazione di un tavolo fra gli assessorati competenti per materia. "In Lombardia l'autismo colpisce circa 16.000 bambini e ragazzi, spesso associato ad altri disturbi. Per la loro complessità, i disturbi dello spettro autistico hanno bisogno di una presa in carico a 360 gradi e in modo particolare di una stretta sinergia tra istituzioni e associazioni dei familiari. Occorre prevedere interventi mirati specialistici che investano non solo un percorso di cura e riabilitazione, ma anche interventi a lunga assistenza di intensità diverse, oltre a competenze professionali qualificate", ha aggiunto Simona Tironi.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa



        Modifica consenso Cookie