Sovrintendente del Ponchielli indagata per abuso d'ufficio

Inchiesta della guardia di finanza di Cremona

(ANSA) - CREMONA, 01 OTT - Avrebbe avvantaggiato il fratello, assegnandogli senza gara d'appalto forniture di attività di fonico e di noleggio di materiali: sulla base di questa ipotesi, la Procura della Repubblica di Cremona ha indagato per abuso d'ufficio Angela Cauzzi, per oltre 30 anni Sovrintendente del Teatro Ponchielli, incarico che cesserà a fine anno lasciando il posto ad Andrea Cigni, regista teatrale recentemente nominato ai vertici del teatro cittadino.
    Scaturita da un esposto, l'inchiesta della Guardia di Finanza, coordinata dal sostituto procuratore Milda Milli, riguarderebbe i contratti pubblici di fornitura, sotto soglia, stipulati con la Pro Service srl di Alberto Cauzzi. La disciplina prevede che sotto la soglia dei 40 mila euro non serva la gara d'appalto e, almeno secondo chi indaga, nel 2019 le forniture sarebbero state superiori.
    A Cauzzi si contesta la mancata astensione dalla deliberazione di affidamento delle forniture alla società del fratello. Sotto la lente degli investigatori anche l'assunzione, nel 2015 con un contratto a tempo determinato, della sorella di Angela Cauzzi, impiegata nella biglietteria del Museo del Violino, gestita dalla Fondazione Ponchielli. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie