Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A San Valentino un italiano su due regala fiori e aiuta l'agricoltura

A San Valentino un italiano su due regala fiori e aiuta l'agricoltura

Il florovivaismo è un indotto che garantisce 200mila posti di lavoro

ROMA, 10 febbraio 2024, 16:40

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalle rose ai ranuncoli, dai tulipani ai gigli, dai garofani alle gerbere, oltre un italiano su due (52%) che fa regali per San Valentino, ha scelto quest'anno di donare piante e fiori, anche per sostenere l'agricoltura italiana che è leader nel florovivaismo. E' quanto emerge dall'indagine on line condotta dal sito www.coldiretti.it sui doni preferiti per la festa degli innamorati. L'omaggio floreale risulta dunque il più gettonato tanto da essere largamente preferito, evidenzia Coldiretti, rispetto a cioccolatini (30%), capi di abbigliamento (13%) e gioielli (5%). I fiori vincono perché, sottolinea la Coldiretti, "permettono di esprimere, con classe, fantasia e prezzi ragionevoli, i propri sentimenti senza intaccare sensibilmente il proprio bilancio, e sono più graditi dei cioccolatini che rischiano di compromettere il duro 'lavoro' di queste settimane per tornare in forma dopo le festività natalizie".
    San Valentino è tradizionalmente, ricorda la confederazione, "tra i momenti più importanti del settore florovivaistico nazionale che vale oggi 3,14 miliardi di euro (1,4 miliardi solo di fiori e piante ornamentali) e, con l'indotto, garantisce 200mila posti, con 45mila ettari di territorio coltivati da 17.000 aziende".
    "Un settore oggi - spiega Coldiretti - alle prese con le difficoltà climatiche, tra maltempo e siccità e, soprattutto, l'esplosione dei costi di produzione, più che raddoppiati a causa dei rincari dell'energia che colpiscono l'intera filiera".
    A pesare, conclude, "è anche la concorrenza sleale dall'estero con le importazioni di piante e fiori che nel 2023 hanno raggiunto il valore di quasi 900 milioni di euro, in crescita del 33% rispetto all'anno precedente, secondo proiezioni Coldiretti su dati Istat". 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza