A Torino primi parcheggi con sensori intelligenti per disabili

Per sapere dove sono i posti liberi e segnalarne l'uso improprio

Redazione ANSA TORINO

Un parcheggio intelligente riservato alle persone con disabilità, non solo per sapere in tempo reale dove sono i posti liberi, ma anche per segnalare un loro utilizzo improprio. Torino è la prima città italiana ad adottare gli stalli Deps, Disabled Easy Parking System, oltre 130 quelli che saranno posizionati in tutta la città, il primo dei quali installato oggi di fronte all'ospedale Cottolengo.
    "Si tratta di sensori - spiega la sindaca Chiara Appendino - che ci permettono di lavorare nell'ottica di abbattere barriere architettoniche. Come detto tante volte, l'innovazione non è solo tecnologia in senso stretto, non è solo robotica, ma dev'essere soprattutto qualcosa che viene utilizzata per migliorare la vita dei cittadini. Questa importante novità - aggiunge - è stata possibile sìa perché esiste l'innovazione, ma soprattutto perché ci sono una serie di soggetti che hanno collaborato per renderlo possibile. Un passo avanti importantissimo, siamo la prima città a farlo e sono sicura che in tanti altri ci seguiranno".
    Per il Disability manager della Città, Franco Lepore "è un progetto che favorirà la mobilità delle persone con disabilità e la dimostrazione che le nuove tecnologie, se utilizzate in modo consapevole, possono migliorare sensibilmente la loro vita".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie