Borsellino: ass. Vittime Dovere, restare vigili sulle mafie

Piantadosi, 'Dubbi su pene sostitutive'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 19 LUG - Oggi a Milano, nei Giardini Falcone e Borsellino, si è tenuto l'evento "Il fresco profumo di libertà.
    Milano ricorda Paolo Borsellino e le vittime delle stragi mafiose di Capaci e via D'Amelio", organizzato dalla Scuola di Formazione Politica "Antonino Caponnetto". Alla manifestazione ha partecipato anche Emanuela Piantadosi, presidente dell'associazione Vittime del Dovere. "Bisogna restare vigili e prestare attenzione anche al presente perché le mafie, così come tutte le espressioni criminali di alto allarme sociale, colgono le occasioni proprio in situazioni di debolezza e il periodo storico che stiamo attraversando, a seguito del duro colpo inferto dalla pandemia, è sicuramente foriero di gravi rischi.
    Basti pensare ai pericoli di infiltrazione nelle attività economiche, argomento attenzionato dalla Commissione antimafia di Regione Lombardia e sottoposto anche all'esame del Comitato Tecnico scientifico, presieduto dal prof. Nando dalla Chiesa, di cui faccio parte - ha spiegato Emanuela Piantadosi - Ma anche una legislazione frettolosa e improvvida può contenere insidie.
    In questi giorni abbiamo preso visione del recente intervento sul disegno di legge di riforma del processo penale che desta non pochi dubbi. La questione delle nuove pene sostitutive delle pene detentive suscita grossi quesiti, poiché intacca quello che rappresenta il principio di certezza della pena. Inoltre, il tema dell'improcedibilità dell'azione penale, quando il processo d'appello non viene definito in due anni, oppure in uno, per quanto riguarda il giudizio in Cassazione, rischia di bloccare non solo il processo, ma la ricerca stessa della verità".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA