/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Picchiato davanti a scuola, rotta mandibola a 11enne

Picchiato davanti a scuola, rotta mandibola a 11enne

Nel modenese. La madre, 'aggressori dell'istituto,vanno sospesi'

MODENA, 02 novembre 2023, 09:27

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Undicenne picchiato da due alunni di poco più grandi davanti a scuola riporta la frattura della mandibola ed una prognosi di trenta giorni. È accaduto in un comune della Bassa modenese, come riferisce la stampa locale, lunedì mattina. Il minorenne, stando a quanto ha raccontato la madre, che ha sporto denuncia per lesioni ai carabinieri, stava passeggiando intorno all'istituto con un compagno, quando i due, dodici e tredici anni, iscritti alla stessa scuola, lo hanno preso a calci e pugni, ripetutamente.
    Informata dei fatti, la madre ha portato l' undicenne al Policlinico di Modena, poi la denuncia. "Mentre eravamo in caserma - spiega la donna - mio figlio ha ricevuto dei messaggi dai compagni di classe che gli dicevano che i due bulli quella stessa mattina lo stavano cercando a scuola per picchiarlo ancora, come poi mi hanno confermato anche alcune madri".
    La donna aggiunge anche che mentre avveniva il pestaggio "altri ragazzi ridevano e riprendevano la scena con il cellulare". Infine l'interrogativo rivolto alla dirigente scolastica: "Sono già stati identificati dalla preside, mi chiedo, con sconcerto, perché non siano ancora stati sospesi".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza