Cingolani, attenzione a facili soluzioni sulle rinnovabili

L'infrastruttura va costruita. Ma c'è accelerazione formidabile

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 APR - "Stiamo dando un'accelerazione formidabile alle rinnovabili perché è evidente che queste rappresentino, nei prossimi anni, l'unico modo di decarbonizzare e avere energia. Abbiamo triplicato-quadruplicato gli impianti nuovi, sbloccando gli esistenti e autorizzandone di nuovi, stiamo liberalizzando gli impianti fino a 200 Kilowatt, cose che non hanno precedenti". Lo afferma il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, a Mattino5 news su Canale 5 che dice però "attenzione a non cadere nell'ottimismo sfrenato".
    "Se anche immettessimo 60-70 Gigawatt di impianti nuovi non risolveremmo il problema perché non è solo questione di fare gli impianti", aggiunge facendo forse riferimento alla proposta di Elettricità futura Confindustria, "ma anche di accumulare l'energia che non viene prodotta 24 ore su 24" e "poi avremo bisogno di una rete elettrica pensata per gestire questi flussi non programmabili". "Quindi attenzione alle facili soluzioni che si sentono - conclude Cingolani - perché l'infrastruttura va costruita, ci vogliono un po' di anni per far crescere, molto in fretta questo, sistema". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA