Vinitaly: export Nordest vale 50% export

Analisi etichette a cura di Crèdit Agricole Friuladria

(ANSA) - VERONA, 16 APR - Valgono in export quasi la metà di tutto il vino italiano venduto all'estero le cantine delle regioni del Triveneto. Nel 2017 le esportazioni di etichette venete hanno contribuito per il 35,5% all'export vinicolo nazionale, il Trentino Alto Adige per l'8,9% e il Friuli Venezia Giulia per l'1,9%. E' questa la fotografia dell'export triveneto presentata oggi al Vinitaly in un focus di Nomisma Wine Monitor nell'ambito di un convegno promosso da Crèdit Agricole Friuladria e Confagricoltura, sul tema "Crescere sul mercato mondiale del vino". I vini Dop delle tre regioni rappresentano inoltre il 41% del totale nazionale delle Dop (23,5% il peso del Prosecco Dop). Il mercato principale di sbocco dei bianchi Dop del Veneto nel 2017 si conferma la Germania (34,4%), seguita dal Regno Unito (15,1%), e dagli Usa (8,5%); i rossi Dop del Veneto sono invece per lo più diretti in Svizzera (15%), Canada (13,7%), Germania (12,5%), e Stati Uniti (9,6%).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

COS.IDRA. srl

La crisi del settore edilizio: come uscirne indenni?

COS.IDRA. srl, azienda padovana leader nella realizzazione di fondazioni e opere idrauliche, non ha dubbi: “Credibilità, investimenti e welfare aziendale”


null

Tagliare con l’acqua, con Sirio si può

“Siamo artigiani ma anche persone che hanno sempre voluto sperimentare, grazie a questo siamo cresciuti”, dicono dalla famiglia Castellan


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere