Uccise marocchino, condannata a 19 anni

Non ritenuta credibile tesi della legittima difesa

(ANSA) - VENEZIA, 13 GIU - La tesi della legittima difesa non è stata ritenuta credibile e Liliana Ordinanza, 28 anni, di Conegliano (Treviso), è stata condannata oggi dal Tribunale di Treviso, con rito abbreviato, alla pena di 19 anni di reclusione per l'uccisione di Mehid Chairi (42), di nazionalità marocchina.
    Il fatto era avvenuto nella abitazione di lui, a Miane (Treviso), nell'aprile dello scorso anno, e per l'aggressione era stato utilizzato un coltello. La donna, fermata alcune ore dopo, aveva confessato il crimine sostenendo però di essersi difesa da un tentativo di violenza sessuale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Futura Serramenti - Sergio Zanin

Futura Serramenti lancia il primo brevetto di infissi in pvc antiscasso

L’azienda di Quinto di Treviso guidata da Sergio Zanin è pronta a lanciare sul mercato un nuovo prodotto con materiale progettato appositamente per l’azienda


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere