Uccise marocchino, condannata a 19 anni

Non ritenuta credibile tesi della legittima difesa

(ANSA) - VENEZIA, 13 GIU - La tesi della legittima difesa non è stata ritenuta credibile e Liliana Ordinanza, 28 anni, di Conegliano (Treviso), è stata condannata oggi dal Tribunale di Treviso, con rito abbreviato, alla pena di 19 anni di reclusione per l'uccisione di Mehid Chairi (42), di nazionalità marocchina.
    Il fatto era avvenuto nella abitazione di lui, a Miane (Treviso), nell'aprile dello scorso anno, e per l'aggressione era stato utilizzato un coltello. La donna, fermata alcune ore dopo, aveva confessato il crimine sostenendo però di essersi difesa da un tentativo di violenza sessuale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Pier-Luigi Marchetti - arte sacra

Arte Sacra di Verona, il negozio che diventa fornitore di icone antichizzate “MVR Old Style Icons” per tutta Italia

Consegna in 24 ore anche per un solo pezzo e certificato di autenticità con cenni storici e teologici: ecco le caratteristiche vincenti del servizio offerto da Pier-Luigi Marchetti


Elisabetta Elio, Direttore generale di Pia Opera Ciccarelli

Fondazione Pia Opera Ciccarelli, il futuro dell’assistenza agli anziani passa per la riscoperta delle comunità di quartiere

E’ stato avviato il programma “Abitare Leggero”: a breve si realizzeranno abitazioni a prezzo calmierato per riunire famiglie in difficoltà economica e anziani in un clima di reciproco aiuto


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere