Pop. Vicenza: da ex vertici danni 2 mld

Da Bce proposta sanzione 34 mln, ex Dg Sorato interrogato da Pm

(ANSA) - MILANO, 6 APR - Il danno patrimoniale subito dalla Banca Popolare di Vicenza a causa delle condotte illecite e degli episodi di mala gestione addebitabili alla vecchia gestione si attesterà ad almeno due miliardi di euro. E' quanto si apprende da fonti qualificate, alla luce del contenuto dell'atto di citazione notificato a 32 ex esponenti della banca, che contiene una quantificazione parziale dei danni subiti, essendone una parte ancora in corso di definizione. La Bce intanto ha avviato un procedimento sanzionatorio contro l'istituto vicentino, contestandole "un'erronea informazione al pubblico" in tema di "requisiti di fondi propri" nei rendiconti al 31 dicembre 2014 e al 31 marzo, e proponendo una maxi-sanzione di 34 mln. Sul piano dell'inchiesta penale, a Vicenza, i pm hanno interrogato per 6 ore l'ex direttore generale della BpVi, Samuele Sorato, accusato di aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza. "Abbiamo dimostrato piena collaborazione" ha detto il suo difensore, avv. Fabio Pinelli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere